Cosa Sosteniamo

Cos’è Remira

Remira Market è un mercatino della seconda mano che invita a guardare con occhi nuovi le cose per dare loro una seconda vita. Sosteniamo la consapevolezza legata alla salvaguardia dell’ambiente e uno stile di vita eco-compatibile. 

Il motto REUSE & RAVANA esorta a rovistare tra le bancarelle e soprattutto a rimettere in circolo oggetti e abbigliamento usati.

Incoraggiamo il pubblico a partire da piccoli gesti come quello di portarsi le proprie borse di tela riutilizzabili per gli acquisti, riempirsi le borracce d’acqua alla vedovella presente in loco, raggiungerci in bicicletta riservando priorità di accesso e spazio parcheggio interno dedicato. Durante le giornate del mercatino sono previsti momenti di incontro, mostre performances dove diversi attori tratteranno tematiche relative a uno stile di vita meno impattante e workshop legati alla sostenibilità. 

Vintage & Preloved

Promuoviamo la moda Vintage e l’Usato come parte di un guardaroba sostenibile e anticonvenzionale. Sosteniamo piccole realtà e diamo visibilità a progetti creativi fatti con amore. Aiutiamo rivenditori vintage e piccoli marchi indipendenti a farsi conoscere online e offline.

Sostenibilità

Qualsiasi oggetto, giunto alla fine del suo ciclo vitale, si reinventa e torna a nuova vita. In un’epoca in cui finalmente l’essere umano sembra cosciente del peso che costituisce per il mondo che lo circonda ecco che ridurre gli sprechi a zero (o quasi) diviene una priorità in tutti i settori della vita.

Condivisione

Un format pensato per coltivare una comunità inclusiva. I nostri eventi offrono workshop sulla sostenibilità, incontri di discussione e appuntamenti fisici e digitali con la volontà di sensibilizzare il pubblico verso uno stile di vita più sostenibile.

“Vendere e acquistare oggetti di seconda mano non significa solo prevenire alla radice la produzione di nuovi rifiuti ma significa anche ottimizzare l’energia utilizzata per la produzione della maggior parte degli oggetti commercializzati sostenendo l’economia circolare e il riuso”